I brand fanno bene a vendere direttamente online? (scarpa che respira)

Apr 6, 2012 Web Marketing

I brand fanno bene a vendere direttamente online? (scarpa che respira)

Cosa sta accadendo hai grandi Brand?
Chi segue il mercato degli e-commerce tipo BuyVip, Privalia, Saldi Privati forse si è accorto che tanti brand “vendono” i loro prodotti ad un prezzo super scontato, si parla fino al 60/70%.
Mi sono sempre posto la domanda, ma ai rivenditori di questi brand non gli girano un po’ i maroni? A me girerebbero eccome! Io investo il mio tempo ed i miei capitali per vendere il tuo brand e poi mi trovo il tuo prodotto online ad un prezzo stracciato.

Vi porto il mio esempio ma senza fare nomi. Ho un amico che vende le scarpe che respirano, un bel giorno mi arriva una email da Amazon e mi dice:

Hei tu, ti vendo le scarpe che respirano col 60% di sconto.

Potete immaginare che la frase non era proprio questa ma il significato si.
Apro la email:

  • Primo pensiero, “Tanto è la collezione dell’anno scorso per questo fanno uno sconto così alto”, apro il sito di Amazon e mi ritrovo la collezione autunno/inverno 2011, Azz!
  • Secondo pensiero, “Allora anche il mio amico mi fa lo stesso sconto, vado a trovarlo”, ma non è così, poteva farmi al massimo il 30/40%, ordini dal brand.
  • Terzo pensiero, “Le compero su Amazon”, ne ho comperate 7 paia tra me, mio figlio e mia moglie.

Mi domando, ma se la scarpa che respira, invece di “fare le scarpe” ai suoi rivenditori, vendeva un bel coupon ad un prezzo simbolico online e faceva andare il possessore del coupon a comprasi le scarpe in un negozio con il super sconto, non erano contenti tutti quanti? Brand, rivenditore e cliente?

Provo a riassumere la mia idea.

Situazione 1: la scarpa che respira salta il passaggio dei rivenditori.
La scarpa che respira vende le sue scarpe a 100€, online in super promozione con sconto del 60% a 40€. Il cliente le compera e arrivano a casa.

Situazione 2: la scarpa aiuta i suoi rivenditori a vendere di più.
La scarpa che respira vende il coupon per lo sconto del 60% online a 2€ (prezzo simbolico). Il cliente con il coupon si presenta in negozio e prende le scarpe da 100€ pagando 40€ al rivenditore, il totale della spesa 42€.
Il rivenditore che poteva fare al massimo 40% di sconto con il coupon chiede al brand la differenza del 20%, questo vuol dire che il brand ha sempre venduto col 60%.
Il vantaggio di questa seconda situazione è che il negozio ha acquisito un nuovo cliente e gli avrà sicuramente proposto un altro paio di scarpe. Il brand tramite il suo rivenditore avrà sicuramente dato un servizio migliore.

Io personalmente opterei per la seconda situazione ma sicuramente i brand avranno i loro motivi per vendere direttamente e mi piacerebbe conoscerli per avere anche il loro punto di vista.

About 

Web & Mobile Developer and Web Marketing passionate. Continuous looking for new trend. Good Wine, Diving, SPA and wellness fan.

igorfelluga

Perigorfelluga

Web & Mobile Developer and Web Marketing passionate. Continuous looking for new trend. Good Wine, Diving, SPA and wellness fan.