Categoria: Tips & Tricks

Aumentare le prestazioni, Javascript alla fine del codice HTML

Per aumentare le prestazioni di una pagina HTML ci sono varie tecniche che si possono utilizzare, dall’utilizzo della cache alla compressione delle pagine lato server con gzip, all’ottimizzazione delle immagini, ed altre ancora che se applicate con criterio possono ridurre in modo consistente il caricamento e la visualizzazione della pagina web.

Una tecnica che sta prendendo sempre più piede è di spostare tutto o quasi il codice Javascript a fondo pagina, prima della chiusura dei tag </body></html>. Questa tecnica porta diversi vantaggi:

  1. nel caso ci sia un errore nel vostro Javascript la pagina viene comunque caricata completamente senza essere interrotta
  2. si crea all’utente l’illusione di aver caricato la pagina molto velocemente perché gli script devono essere ancora scaricati ed eseguiti

Spostare il Javascript a fondo pagina ha anche anche degli aspetti negativi:

  1. tutti gli script che inserite “inline” dovranno essere eseguiti al caricamento di tutto
  2. le eventuali modifiche grafiche fatte tramite Javascript saranno eseguite “solamente” a caricamento completato

Un esempio pratico:

<html>
<head>
<link rel="stylesheet" href="css/main.css" type="text/css" media="screen" />
</head>
<body>
<div id="content">Hello World!</div>
<script type="text/javascript" src="js/script1.js"></script>
<script type="text/javascript" src="js/script2.js"></script>
<script >function abc(){ alert(&#039;ready&#039;);} abc()</script>
</body>
</html>

Unire più pagine Fan di Facebook in una sola

Come dice il titolo, questo trucco serve per unire più Facebook Fan Page in una unica Fan Page, lo scopo è di poter gestire in modo semplice la nostra pagina aziendale.

IMPORTANTE: quando unite le vostre pagine la pagina che fa da master è quella che ha più fan, fisicamente i fan delle altre pagine vengono uniti alla pagina master e vengono “perse” tutte le informazioni delle pagina secondarie.

Per unire le vostre pagine avete due possibilità:

Unione Fan Page FB1. Usare il form dalla Fan Page

Entrate nella vostra Fan Page e fate questi passaggi: dal menu in alto della pagina Modifica Pagina > Aggiorna informazioni. A questo punto dal menu a sinistra: Risorse. Ora se avete delle pagine che hanno un nome MOLTO simile oppure e la stessa categoria (la trovate in Informazioni di base) troverete la voce “Unisci Pagine doppie” (vedi nell’immagine qui a destra). Seguite i vari passaggi e se tutto filerà liscio in pochi minuti le vostre pagina saranno unite. Se, come a me, non funziona e vi viene dato errore 500 passate al secondo metodo.

 

 

 

Facebook Unione Fan Pages

2. Pagina di richiesta unione fan pagine multiple.

Prima di tutto provate ad andare a questo indirizzo: https://www.facebook.com/help/contact/?id=238908726149664, si apre una pagina come quella qui a destra? Se si saltate il paragrafo successivo.

Non ti si è aperta, devi fare delle semplici operazioni:

  1. Cambia la lingua in Inglese (US), e riprova.
  2. Apri/Installa Firefox e installa questo add-on, è un proxy che fa sembrare una connessione dagli USA. Lo trovi qui.
  3. Installato l’add-on di Firefox riprova e come per magia vedrai questa pagina un po’ nascosta da Facebook.

Ora nel primo menu a tendina seleziona la tua fan page principale, mentre negli altri menu seleziona le fan page secondarie. Ricorda però che Facebook al 99% prenderà come pagina principale quella che ha più fan anche se gli hai proposto un’altra pagina come master, inoltre prima di inviare il form assicurati che le pagine abbiano la stessa categoria!

Ora devi attendere un po’ di tempo, in teoria fino a 3 giorni ma so di qualcuno che in qualche ora gli sono state unite le pagine.

Mi raccomando, sopratutto con il secondo metodo controlla spesso la posta, sopratutto la cartella dello SPAM!!

Spero ti sia stato utile questa mini guida!

PostgreSQL su Mac

Ieri ho preso il nuovo Macbook Pro e ho trasferito tutti i dati dal vecchio, devo dire niente di più facile con l’Assistente Migrazione, fa tutto lui. Però ci sono alcune cose che non vengono migrate, vedi PostgreSQL e i suoi dati …. purtroppo me ne sono accorto alla fine….
Come sempre cerchiamo il lato positivo. Nel vecchio MBP avevo installato PostgreSQL attraverso MacPorts oggi invece per caso mi sono imbattuto in due applicazioni per il Mac che mi hanno salvato tempo ed installazioni di Sistema.
Postgres.appLa prima app è Postgres.app che come dice il claim del sito “the easiest way to run PostgreSQL on the Mac” e devo confermare che è proprio così! Non installa nulla sul vostro Mac ma quando la lanciate vi trovate un bel database pronto all’uso. Unico neo (ma forse è capitato solo a me), la prima volta che l’ho lanciata non mi ero accorto che l’icona della app appare nella toolbar e non nel Dock come al solito e per chiudere il database l’ho fatto dal terminale 🙂 … Comunque dopo aver lanciato la app per chiudere il db basta chiudere la app (dalla toolbar).

L’altra app che probabilmente conoscete già è pgAdmin ottima interfaccia per la gestione di PostgreSQL.

Consiglio all’uso

Quando lanciate Postregs.app lei crea un utente con il vostro username ($USER), nel mio caso igorfelluga ed anche un database con lo stesso nome, di conseguenza in pgAdmin ricordatevi di inserire questi dati e non cercate l’utente che solitamente si usa in PostgreSQL di default.

Buon lavoro!

Come tracciare una campagna marketing OFFLINE (OOH)

Tante volte si dice che la pubblicità su web è meglio di quella offline perché è tutto tracciabile, oggi con la crescita vertiginosa dell’utilizzo degli SmartPhone e qualche strumento gratuito online possiamo tracciare anche le nostre campagne pubblicitari offline.

Questo sistema dal mio punto di vista è molto utile per le attività che fanno volantinaggio, inviti, o pubblicità su qualche giornale.

Partiamo con elencare gli “ingredienti” di cui abbiamo bisogno:

  1. Landing Page. La pagina che glu utenti vedranno quando arriveranno sul vostro sito web.
  2. Un account Google (opzionale)
  3. Le statistiche di Google Analytics sulla vostra Landing Page

Prima di tutto andiamo su questa pagina dove si trova un bel tool di google (http://goo.gl/9sI65) che serve per la creazione URL di Google Analytics. Seguite pure le istruzioni sulla pagina che sono molto chiare, quando avrete premuto “Generate URL” copiatelo e salvatelo da qualche parte, ci servirà fra poco.
Questo URL con dei parametri nuovi, a molti sconosciuti, serve per evidenziare all’interno delle statistiche del vostro sito gli utenti che sono arrivati tramite la vostra campagna.

Quando avete generato l’URL aprite questa pagina http://goo.gl/ , inserite l’URL generato prima nel campo vuoto all’interno del box grigio e premete “Shorten URL”, questo fa si che Google generi un URL molto corto e con tutti i parametri a noi necessari per la nostra campagna “nascosti” e non modificabili. Questo nuovo URL è importante per voi, non perdetelo! Sarà un URL simile a questo http://goo.gl/lXyK8.

 

Se avete creato il vostro “Shorten URL” ora a questo indirizzo http://goo.gl/#analytics/goo.gl/vostro_codice/all_time potrete vedere delle statistichedi utilizzo dell’url stesso, nel mio caso l’indirizzo corretto è http://goo.gl/#analytics/goo.gl/lXyK8/all_time. La cosa più importante è il QR code che Google genera in automatico. Il QR Code è quel francobollo quadrato in alto sulla destra (qui a fianco vedete il mio). Ora salvate questo quadratino sul vostro computer (sopra il quadrato > tasto destro > salva immagine con nome) e inviatelo al vostro grafico che lo deve inserire nel vostro volantino o pubblicità che sia.

TIP: se al grafico serve un formato più grande, nessun problema
http://chart.googleapis.com/chart?cht=qr&chs=vostre_dimensioni&choe=UTF-8&chld=H&chl=http://goo.gl/vostro_codice
potete generare il QR Code delle dimensioni che volete, alcuni esempi basati sul mio URL:

150×150
http://chart.googleapis.com/chart?cht=qr&chs=150×150&choe=UTF-8&chld=H&chl=http://goo.gl/lXyK8

300×300
http://chart.googleapis.com/chart?cht=qr&chs=300×300&choe=UTF-8&chld=H&chl=http://goo.gl/lXyK8

Bene con questo strumento potete sapere se la vostra campagna marketing offline ha dato dei risultati, tenete presente che non tutti gli utenti hanno uno SmartPhone e non tutti sanno che cosa è un QR Code (per ora), ma vista l’incredibile crescita nell’utilizzo di questi strumenti i risultati si vedranno sicuramente.
Proprio ieri ho letto un articolo di POPAI Italia (RICERCA: il mobile in Italia e i QR code) dove si parla proprio della diffusione del mobile in Italia e dei QR Code, per i più pigri riporto di seguito un piccolo paragrafo.

In 97 paesi nel mondo ci sono più cellulari che popolazione, in Italia un italiano su due (nella fascia tra i 18 e i 65 anni) possiede uno smartphone, e questo numero è cresciuto a ritmi vertiginosi se si pensa che solo a novembre erano uno su tre.

Spero che questo articolo sia utile a tutti quelli che vogliono almeno provare a tracciare una campagna offline.

OOH sta per Out Of Home

Come crearsi amici o followers della propria zona.

E’ un suggerimento banale dal mio punto di vista ma quelle volte che l’ho proposto ai miei clienti sono sempre rimasti con gli occhi sbarrati a guardami.
Questo suggerimento è diretto quasi esclusivamente ai negozi che si stanno creando una cerchia di amici/followers sui social media. Partiamo dal fatto che ad un negozio fisico di una determinata località non interessa raggiungere persone che vivono dall’altra parte dell’Italia.

Allora come fare a recuperare contatti di zona?
Semplicemente guardate qual’è il vostro target di clientela, per esempio giovani e giovanissimi? Cercate su Facebook o Twitter le scuole della vostra zona, i pub/locali che vanno di moda in questo momento oppure ancora più semplicemente il nome della vostra città o città limitrofe ed iniziate a richiedere amicizie o a diventare follower, vedrete che nell’arco di poco tempo riuscirete ad avere un folto gruppo di “afecionados” che ad ogni vostro aggiornamento di stato riceveranno le vostre news.

Hai scoperto l’acqua calda state pensando ora, direi proprio che non l’ho scoperta, ho solo fatto notare che è calda 😀